Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 29 ottobre 2011

Frutta martorana ( frutti di pasta reale )



La frutta martorana è un dolce tipico siciliano a base di zucchero, farina di mandorle ed aromi..
Dalle mie parti si usa prepararla per la Festa dei Morti ed a Pasqua sotto forma di agnellini ( non temete pubblicherò pure questa ehehe )
E' molto, molto semplice da preparare ma è ottima, golosa e profumata, ma attenzione..dà dipendenza!! :P
ecco cosa vi serve..
- 1 Kg di zucchero a velo
- 1 kg di farina di mandorle ( mandorle tritate finemente )
- 400 grammi di acqua
- una fialetta di aroma alla vaniglia
- 5 gocce di aroma di cannella
- 5 gocce di aroma di mandorla amara


Passiamo alla preparazione...
Mettere in una pentola capiente 400 grammi di acqua, le gocce di cannella, di vaniglia e di mandorla amara e versare lo zucchero a velo..


Accendere il fuoco a fiamma moderata e far sciogliere bene lo zucchero evitando la formazione di grumi..


Portare e bollore sempre a fuoco moderato, e non appena inizia a bollire aggiungere la farina di mandorle e mescolare bene..


Continuare la cottura a fuoco medio/basso finchè non noterete che l'impasto inizia a staccarsi dalla pentola..a questo punto spegnere il fuoco e versare il composto in un contenitore capiente o su un piano da lavoro..


Attendere che si raffreddi..potete credermi, io mi sono ustionata un dito :(  e poi impastare per amalgamare bene il tutto finchè l'impasto non risulterà più omogeneo..
Modellare nelle forme desiderate a mano libera o con le apposite formine(dalle mia parti le vendono nei negozi di articoli per pasticceria o anche al mercato)..qui sono state fatte a mano libera dalla mia mamma, io sono negata in questo ehehe si si lo so, mi conviene comprare le formine :P


Lasciate asciugare per alcune ore.. io per esempio ho preparato il tutto in mattinata per poi pitturarle la mattina seguente..
Pitturate poi come preferite con i colori alimentari o con quello che avete ( per esempio potete usare il cacao per il marrone.. ) e decorate come preferite..
Lasciate asciugare il colore ed ecco che i fruttini sono pronti..una bontà!!


Buon appetito!!

martedì 4 ottobre 2011

Sgombri "allardiati"


 Eccomi qui dopo un periodo di assenza..ultimamente sono molto impegnata nella ristrutturazione della casa, spero mi perdoniate :) ..
Oggi vi propongo una ricettina della mia mamma ( ah le mamme! se non ci fossero bisognerebbe inventarle!! ) veloce e veramente buonissima, oltre che sana, il pesce fa sempre bene..Vi propongo la versione veloce in padella, ma può benissimo essere realizzata in forno..
Ecco gli ingredienti per 4 persone :
- 1 kg circa di sgombri ( io ne ho calcolati due a testa in quanto non molto grandi )
- 5/6 spicchi di aglio ( a seconda della grandezza )
- 400 grammi di pomodori pelati
- olio di oliva
- sale
- aceto
- rosmarino
- un pizzico di zucchero

Passiamo alla preparazione...
Dopo aver pulito gli sgombri salateli da entrambi i lati..ricoprite il fondo della padella con l'olio e quando sarà caldo adagiate i pesci..



Cuoceteli in padella con il coperchio rigirandoli di tanto in tanto e nel frattempo preparate il condimento..
Con l'apposito attrezzino o come preferite schiacciate gli spicchi d'aglio e metteteli in una ciotola capiente..




Aggiungere poi i pomodori pelati, un pizzico di sale, un filo d'olio, mezzo bicchiere d'acqua, mezzo bicchierino di aceto un pizzico di zucchero ed una spolverata di origano..




 Mescolate il tutto e versatelo in padella sui pesci..


Coprite con il coperchio e proseguite la cottura per circa 15/20 minuti..
Ecco i pesci pronti..


Eccoli pronti per essere gustati..



 Sono buonissimi ve lo assicuro...
Buon appetito!!




martedì 9 agosto 2011

Sarde a beccafico


Ecco un'altra ricettina della mia mamma :) è un pochino più elaborata, ma non è difficile da realizzare se avete pazienza :)
ecco cosa vi serve per quattro persone :
- 1 kg di sarde
- mollica di pane bianco ( un piattino )
- 150 grammi circa di pangrattato
- pecorino ( un cucchiaio )
- foglie di alloro ( una per involtino )
- 50 grammi circa di uvetta
- 30 grammi di pinoli
- pasta di sarde o un paio di sarde salate
- 2 limoni
- pepe nero
- sale
- olio
- zucchero

Passiamo alla preparazione..
Pulite le sarde, apritele a libro, privatele delle lische e della testa e sciacquatele.
Salatele leggermente e mettetele da parte in una ciotola..


Nel frattempo accendete il forno a 200° e iniziate a preparare il soffritto..
Far scaldare olio quanto basta in padella e quando sarà caldo unire il pangrattato e farlo soffriggere dorandolo bene..


Metterlo in una ciotola capiente avendo cura di tenerne da parte tre cucchiai per dopo ( servirà a spolverizzarlo sugli involtini prima di infornarli )...
Soffriggere dopo la mollica di pane spezzettata fino ad ottenere una leggera doratura..


Metterla nella ciotola insieme al pangrattato precedentemente soffritto, far raffreddare leggermente per non ustionarsi le dita impastando :) ed aggiungere un pò di pasta di sarde o due sarde salate precedentemente sciacquate dal sale e spezzettate , un cucchiaio di pecorino , un pizzico di sale e uno di pepe nero..


Unire successivamente l'uvetta , i pinoli tagliati a pezzettini ed un filo d'olio di oliva ed impastare..


Non appena il tutto sarà ben amalgamato possiamo iniziare a comporre i nostri involtini di sarde..


Prendiamo una sarda precedentemente pulita ed aperta a libro e mettiamo un pò di ripieno vicino alla parte alta della sarda per arrotolarla agevolmente..


Arrotoliamola e mettiamola in una teglia con una foglia di alloro ed una fettina non troppo spessa di limone..


Continuiamo così fino a terminare le sarde..mettendo sempre una foglia di alloro ed una fettina di limone tra un involtino e l'altro..


Adesso spolverizzare il pangrattato precedentemente messo da parte sugli involtini, una spruzzatina di limone ed una leggerissima spolveratina di zucchero ed ecco che gli involtini sono pronti per andare in forno..


Cuocete a 200° per circa 15/20 minuti , finchè la superficie non sarà dorata ed ecco che i nostri involtini sono pronti da gustare..


Buon appetito!!

Sarde allinguate



Ecco una ricettina sfiziosa a base di pesce, ricettina della mia mamma che gentilmente ha deciso di collaborare con il mio blog :) è una ricetta semplicissima da realizzare ma ottima..
Ecco cosa vi serve per quattro persone :
- 1 kg di sarde
- farina
- olio per friggere
- aceto
- sale

Passiamo alla preparazione..
Squamate le sarde, apritele a libro ed eliminate le spine, la lisca centrale e la testa, lavatele e salatele, mettetele poi in una ciotola capiente e ricopritele con abbondante aceto..
Tenetele sotto aceto per circa mezz'ora, tre quarti d'ora..



Poi prendetele una ad una e passatele nella farina, mentre fate scaldare olio quanto basta in padella..


Friggetele finchè non saranno ben dorate, ed ecco che il piatto è pronto!!



ed è ottimo ve lo assicuro..provare per credere..




Buon appetito!!

lunedì 8 agosto 2011

Pesto alla trapanese ( pasta cull'agghia )



Oggi vi propongo una ricetta tipica della mia zona, la cosiddetta "pasta cull'agghia" ossia pasta con pesto all'aglio. Ecco cosa vi serve per quattro porzioni :

- 600 grammi circa di busiate
- basilico fresco ( circa 25 foglie )
- 80 grammi circa di mandorle senza buccia
- 4 spicchi di aglio
- 6 pomodori medi
- 6/7 cucchiai di olio
- sale
- pecorino



Passiamo alla preparazione...
Mettere a bollire l'acqua in una pentola capiente con una manciata abbondante di sale..la tipica pasta che si usa con questa ricetta sono le busiate fatte a mano, che potete tranquillamente trovare al supermercato, eccole..


Quando l'acqua arriverà a bollore buttate la pasta..nel frattempo prepariamo il pesto..io sono solita frullare il tutto, perchè pestando i vari ingredienti il pesto risulta più "grossolano" e può non piacere, mentre con il frullatore ne risulta una cremina liscia e che si amalgama meglio con la pasta..in ogni caso dipende dai gusti..
Per prima cosa mettete nel frullatore le mandorle..


Quando saranno ben tritate aggiungete i pomodori precedentemente spellati ( se sono ben maturi non bisogna sbollentarli prima, la buccia si toglie benissimo ) e privati internamente dei semini..


Frullateli insieme alle mandorle aggiungendo l'olio in modo da frullare il tutto agevolmente..
Poi lavate le foglie di basilico e strizzatele bene..


mettetele nel frullatore con il resto degli ingredienti e frullate il tutto..



Aggiungete adesso un cucchiaio non troppo pieno di sale ( calcolate che poi sulla pasta andrà anche una spolverata di pecorino che di per sè è un pò salato ) e gli spicchi d'aglio precedentemente schiacciati..se lo avete utilizzate l'apposito attrezzino..


altrimenti va bene ridurli a piccoli pezzettini anche con un semplice coltello..
Dopodichè frullate bene il tutto..ecco la cremina che ne risulterà..


Appena la pasta sarà pronta scolatela ed aggiungetela al pesto..



poi una spolveratina di pecorino..



Amalgamate bene..ed ecco che la nostra pasta è pronta...
Di solito viene servita con melanzane fritte o patatine fritte a seconda dei gusti e delle voglie del momento :) oggi dietro richiesta del maritozzo è stata accompagnata da una bella porzione di patatine fritte..



Buon appetito!!


domenica 17 luglio 2011

Hennè castano Sitarama

Che delusione ragazze...Questa settimana ho fatto questo hennè già pronto, che è una miscela di hennè rosso ( lawsonia inermis ) nero ( indigofera tinctoria) e neutro ( cassia ) ... L'ho preparato miscelandolo con un cucchiaio di miele, un vasetto di yogurt bianco qualche goccia di essenza di gelsomino per profumare ( non è servito sapeva ugualmente di erba..l'odore era identico a quello degli spinaci bolliti ehehe ) e camomilla concentrata al posto della semplice acqua sperando di ottenere qualche riflessuccio in più.
Ho messo in una ciotola di plastica ( non metallica perchè causa reazioni ) l'intera bustina di hennè, il miele, lo yogurt, l'essenza di gelsomino ed ho mescolato con un cucchiaio di legno..poi a poco a poco ho unito la camomilla ( preparata con tre bustine che ho lasciato bollire per 20 minuti per fare una camomilla bella concentrata..) ed ho miscelato fino ad ottenere una pastella cremosa..
Anzitutto era difficile da applicare e cadeva a pallini ovunque, sembrava creta..e poi risultato finale...zero...i capelli erano assolutamente identici a prima, anzi mi sembravano anche un pochino più spenti, incupiti..
Non so se mi abbiano venduto una confezione vecchia, magari scaduta ma dati i risultati mi sa che non ripeterò l'esperienza..
Cercherò qualche altra soluzione da sperimentare..vi aggiornerò :)
Un bacione a tutti!

Riso al forno sfizioso


Eccomi qui!!dopo quasi un mese sono tornata!!scusate la mia assenza ma ho avuto parecchie cose da sbrigare, mi farò perdonare ;) ecco la mia prima ricettina dopo questa pausa, dietro richiesta del maritozzo :) è un riso al forno molto ricco e gustoso e con queste dosi potete realizzare una teglia grande, per circa sei porzioni.
Ecco cosa vi serve:
- 340 gr. di riso
- 400 gr. di salsa di pomodoro
- misto per soffritto ( cipolla, sedano, carota )
- piselli
- vino rosso
- 200 gr. di tritato
- zucchero
- due melanzane piccole
- una confezione di besciamella (200 ml)
- 80 gr. di prosciutto cotto
- parmigiano
- 400 gr. di mozzarella
- olio di oliva
- sale
- pangrattato
- olio di semi per friggere


Passiamo alla preparazione..
Mettere in un pentolino una manciata abbondante di misto per soffritto (carote, sedano, cipolla, potete farlo voi o prenderlo già pronto e surgelato al supermercato ) un pizzico di sale abbondante e olio quanto basta..


Nel frattempo mettere in un altro pentolino acqua, un cucchiaio di sale e due, tre manciate abbondanti di piselli ( io ho usato quelli surgelati ) se preferite mettere acqua già calda così si accorceranno i tempi..


Appena il soffritto di cipolla carota e sedano sarà dorato aggiungere il tritato e rosolare bene..


Poi una bella spruzzata di vino rosso e lasciate cuocere per qualche altro minutino per farlo evaporare...
Nel frattempo non appena i piselli saranno pronti scolarli ed aggiungerli al tritato..


aggiungere la salsa ed un paio di cucchiaini di zucchero per togliere acidità alla salsa..


Mescolare bene e cuocere per qualche altro minuto a fuoco basso, eventualmente aggiustare di sale...il nostro ragù è pronto...
Tagliare le melanzane a fette, sbucciarle se si preferisce non mangiare la buccia e metterle in una ciotola grande ricoperte di sale per far perdere loro l'amaro..


Tenetele così per un pò e poi sciacquatele, strizzatele e friggetele in abbondante olio di semi finchè non saranno ben dorate..mettetele a questo punto su un piatto con della carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso della frittura..


Mettere in una pentola capiente acqua calda (accorciamo i tempi) ed un cucchiaio di sale e quando arriverà a bollore buttare il riso..nel frattempo accendere il forno a 220° in modo che si riscaldi bene..
Quando il riso sarà pronto scolarlo e ributtarlo in pentola..versarci sopra il ragù precedentemente preparato ed una bella manciata di parmigiano..


Mescolare bene e dopo aver unto la teglia con olio ed averla spolverizzata col pangrattato per far si che il riso non si attacchi..


Passiamo alla composizione..
Uno strato non troppo spesso di riso..


tre quarti della bustina di besciamella.. ( il resto lo conserviamo per metterlo sulla superficie alla fine )


Le melanzane..


La mozzarella precedentemente ridotta a listarelle con lo schiacciapatate ed una bella manciata di parmigiano..


Il prosciutto a pezzetti..


E ricopriamo con l'altro strato di riso..compattiamo bene..e cospargiamo con la besciamella rimasta..poi una spolveratina d parmigiano..


Ecco il nostro riso pronto per andare in forno..



Cuocete per 20 minuti, mezz'ora o comunque finchè non si sarà formata una bella crosticina dorata..
Ecco che il nostro riso è pronto per essere gustato..


particolare della fetta..


è veramente ottimo, molto gustoso..successo assicurato..


Spero vi piaccia...
Buon appetito!!